top of page

Organizzare un Viaggio in Marocco

Aggiornamento: 23 set

La magia del Marocco risiede nella sua capacità di sorprendere, incantare e trasportare chiunque attraversi le sue porte. - Tahir Shah

Ah, il Marocco. Un posto che è stato in cima alla mia bucket list per tanto tempo ma che forse non ho mai avuto abbastanza coraggio da esplorare. Prima di visitare questo paese avevo la sensazione che fosse una destinazione pericolosa, sconosciuta, da cui tenersi alla larga, ma dopo esserci stata, me ne sono follemente innamorata.


Per la maggior parte delle persone (inclusa me), pianificare un viaggio in Marocco non è esattamente una passeggiata, ma non preoccuparti. Questo è il motivo per cui mi sono ritrovata a scrivere l’articolo che stai leggendo: In questa guida, scoprirai come pianificare l'itinerario perfetto, come affrontare questioni pratiche come visti e documenti di viaggio, cosa aspettarti in termini di cucina e cultura, e come immergerti appieno nelle esperienze uniche che solo il Marocco può offrire.


Starò attenta però a non svelarti proprio tutto.

L’imprevisto a volte, quando accolto con filosofia e un pizzico di ironia, è quello che rende un viaggio veramente speciale.


Allaccia la cintura e preparati per un'avventura straordinaria attraverso un paese ricco di colori, cultura e contrasti. Il Marocco ti aspetta, ed è ora di iniziare a pianificare il tuo viaggio dei sogni.





INDICE


a. Il periodo migliore per visitare il Marocco

b. Documenti necessari per entrare in Marocco

c. Lingue parlate in Marocco

d. La moneta locale, il Dirham marocchino

e. Muoversi in Marocco: consigli su come spostarsi

f. Quanto tempo ci vuole per visitare il Marocco: diverse opzioni

g. Quanto costa un viaggio del Marocco


a. IL PERIODO MIGLIORE PER VISITARE IL MAROCCO


Partiamo da qualcosa che forse ti sembrerà irrilevante, poiché spesso il Marocco viene associato a caldo torrido, deserto e umidità. Ma questo è vero fino a un certo punto.


In linea di massima, il periodo migliore per visitare il Marocco è sicuramente durante la primavera o l'autunno. Le regioni costiere, a differenza dell’entroterra, possono però essere visitate tranquillamente tutto l'anno. Questo si può dire anche per le montagne dell'Alto Atlante: l’estate è un po' troppo calda per intraprendere qualsiasi escursione, ma se il caldo non ti infastidisce, allora puoi stare sereno in qualsiasi periodo.


Per quanto mi riguarda, ho preferito viaggiare tra febbraio e marzo, lontana dal caos turistico, il che mi ha permesso di osservare i marocchini svolgere la loro vita quotidiana in modo più autentico rispetto ai mesi più caldi.

Il deserto è perfetto per essere visitato in questo periodo, anche se di notte fa molto freddo (pensa che nella nostra tenda nel deserto avevamo la possibilità di riscaldare il letto per non soffrire troppo il freddo, ma te ne parlerò in un altro articolo!).


L’ideale sarebbe quindi mettere in valigia vestiti per tutti gli scenari imprevedibili.


b. DOCUMENTI NECESSARI PER ENTRARE IN MAROCCO


I cittadini italiani non hanno bisogno del visto turistico se il soggiorno è inferiore ai 90 giorni, ma è necessario partire con un passaporto con almeno 6 mesi di validità residua alla data del viaggio.


c. LINGUE PARLATE IN MAROCCO


Vi siete mai chiesti che lingua si parla in Marocco? Esiste una lingua chiamata “marocchino”? L’arabo è standard per tutti i paesi di origine musulmana?


Parto con il tranquillizzarti: anche in Marocco l'inglese c'è, ma come lingua emergente, soprattutto nelle città più grandi. Troverai persone con un buon livello di inglese che lavorano in musei, aziende turistiche, hotel e ristoranti. Nonostante ciò, sono ancora pochi i ristoranti che offrono il menu in inglese, e la maggior parte dei tassisti lo parla pochissimo. Quando inizi poi ad allontanarti dalle città più grandi e dalle attrazioni turistiche, l'inglese però diventa rapidamente meno comune.


Il francese è invece la seconda lingua non ufficiale del Marocco. Sebbene il Marocco abbia ottenuto l'indipendenza dalla Francia nel 1956, il francese rimane ampiamente parlato dai marocchini di tutte le età in gran parte del paese, ed è la lingua del governo, della diplomazia e degli affari.


Mentre la Francia fungeva da protettorato nell’entroterra marocchino durante la prima metà del XX secolo, la Spagna era invece il protettorato nel Nord e nel Sud. Lo spagnolo è quindi ancora estremamente comune in regioni come Tetouan, Chefchaouen e Tangeri.


Veniamo ora alla lingua che forse tutti abbiamo data per scontato: l'arabo marocchino (darija). Questo è ampiamente parlato tra la popolazione ed è un arabo unico in Marocco, non compreso dai madrelingua arabi di altri paesi. Infatti, la Darija varia notevolmente da regione a regione con una differenza molto ampia tra il nord e il resto del paese.


L'arabo standard moderno, l’altra lingua ufficiale del Marocco, differisce notevolmente dall'arabo marocchino, ed è l'arabo parlato in gran parte del Medio Oriente. Tuttavia, questo tipo di arabo non è generalmente parlato in tutto il paese.


Concludiamo con il tamazight, la lingua indigena del Marocco. I berberi, gli indigeni del Marocco, vivono soprattutto ai piedi delle catene montuose del Rif, del Medio Atlante e dell'Alto Atlante, e nel tempo hanno sviluppato questa lingua tutta loro.


Sebbene imparare un po' di Darija possa aiutarti a comunicare più facilmente in tutto il paese, non è assolutamente fondamentale per goderti la tua visita. Che tu sappia un po' di inglese, un po' di spagnolo o un po' di francese, in qualche modo riuscirai sempre a cadere in piedi e a farti capire!


d. LA MONETA LOCALE, IL DIRHAM MAROCCHINO


Il dirham marocchino (MAD) è la valuta ufficiale marocchina dal 1882, e 1 euro equivale a circa 11 Dirham.

La maggior parte delle principali carte di credito sono accettate in Marocco, ma solo nelle città più grandi. Assicurati quindi di portare sempre del cash con te onde evitare spiacevoli inconvenienti (come è successo a noi in una meta molto turistica del paese e di cui ti parlerò più approfonditamente in un altro articolo). I bancomat sono ampiamente disponibili nelle città e nella maggior parte delle città principali, e non c'è limite alla quantità di denaro straniero che puoi portare nel paese.


e. MUOVERSI IN MAROCCO: CONSIGLI SU COME SPOSTARSI


VIAGGIARE IN TRENO IN MAROCCO


ONCF, la principale compagnia di treni in marocco

Nonostante una rete limitata di tratte, spostarsi in Marocco in treno è l'opzione migliore se si viaggia tra le principali città.

La cosa migliore che puoi fare è controllare gli orari e le tariffe direttamente sul sito web dell'ONCF, la principale compagnia di treni marocchina.

A differenza di quello che pensavo prima di partire, i biglietti non devono essere prenotati con largo anticipo addirittura prima ancora di essere arrivati in Marocco. Ti consiglio di prenotarli solo qualche giorno prima se non addirittura il giorno stesso del tuo spostamento, in modo tale che se deciderai di cambiare itinerario all’ultimo o ci sarà un imprevisto (come è capitato a noi), non avrai buttato via soldi per un biglietto che non userai, per quanto economico sia stato comprarlo.


VIAGGIARE IN AUTOBUS IN MAROCCO


CTM, la compagnia nazionale di bus in Marocco

Spostarsi in Marocco in autobus è un’altra grande opzione che abbiamo valutato. È in genere un po’ più economico che prendere il treno, e circa il 30% più lento, ma anche molto sicuro e comodo.

Gli autobus gestiti da CTM (la compagnia nazionale) sono veloci e affidabili, con posti numerati e orari di partenza fissi, sempre controllabili online.

Sugli autobus, generalmente si paga anche per caricare il bagaglio grande. La tariffa standard è di 5 MAD (circa 45 cent), ma potrebbe essere trascurata in caso di salti brevi.


Gli autobus espressi Supratours operano invece come servizi di collegamento sulle tratte principali della compagnia ferroviaria ONCF. Sono veloci e molto comodi e partono da Tetouan, Essaouira, Agadir e il Sahara occidentale per connettersi con i servizi ferroviari da Tangeri e Marrakesh. Gli orari e le tariffe degli autobus Supratours sono disponibili sul sito Web dell'ONCF e sul proprio sito. I servizi di Supratours non utilizzano le principali autostazioni (quelle da cui partono i bus CTM) ma partono dall'esterno dei propri uffici in centro città.

Qui è meglio prenotare i biglietti in anticipo, se possibile.


Supratours, gli autobus espressi in Marocco

NOLEGGIARE UN’AUTO IN MAROCCO


Per quanto sia sicuramente un’opzione da tenere in considerazione in quanto conferisce grande autonomia, noi abbiamo preferito optare per il trasporto pubblico nazionale. Uno dei motivi è sicuramente il discorso distanze: spesso ci siamo ritrovati ad affrontare 6, 7, 8 ore di spostamenti, e osservare un panorama dal finestrino come passeggero è molto più gratificante e meno stressante che farlo da conducente. Dopo giornate piene di attività, a volte è anche bello approfittarne per schiacciare un pisolino.


In realtà sono pochi i grandi problemi alla guida in Marocco, ma il tasso di incidenti è alto, soprattutto perché gli automobilisti ignorano abitualmente le regole del traffico e guidano in modo pericoloso. Non aspettarti che altri conducenti osservino la disciplina della corsia. Se deciderai di noleggiare un’auto, tratta tutti i pedoni con il sospetto che ti attraverseranno davanti, e tutti i ciclisti con l'idea che potrebbero sterzare improvvisamente in mezzo alla strada. Fai attenzione anche agli animali selvatici.


Sappi inoltre che l'età minima per guidare in Marocco è di 21 anni. Le patenti di guida UE sono riconosciute e valide in Marocco, anche se una patente di guida internazionale, con le sue traduzioni in francese è un investimento utile, soprattutto se la tua patente nazionale non è munita di fotografia.


Le stazioni di rifornimento, inoltre, possono essere poche e lontane tra loro, soprattutto nelle zone rurali ma i prezzi del carburante sono inferiori a quelli dell'Europa occidentale. Nelle province sahariane poi il carburante è sovvenzionato e costa circa un terzo in meno!

L'assicurazione deve poi per legge essere venduta insieme a tutti i contratti di noleggio, quindi assicurati di averla pagata.


f. QUANTO TEMPO CI VUOLE PER VISITARE IL MAROCCO: DIVERSE OPZIONI


Quanto tempo ci vuole per avere davvero un'idea della vivace cultura e immergersi nell'atmosfera unica del paese? Vale la pena passare andare in Marocco per passare solo un weekend a Marrakech?


Nel pianificare il tuo viaggio, dovresti assolutamente mettere in conto di trascorrere almeno una settimana in Marocco, se lo visiti per la prima volta. Ciò ti consentirà di vedere gran parte del deserto e alcune delle sue città, il tutto senza fretta.


E, no. Non vale la pena visitare il paese per fermarti solo a Marrakech, ne rimarrai deluso e continuerai ad avere una visione distorta di quello che in realtà il paese ha da offrire, almeno fino a quando non ti deciderai a visitarlo nuovamente e con altri occhi.


L’ideale, però, sarebbe puntare ad un range di tempo che va dai 10 giorni alle 2 settimane.

Questo ti darà il tempo di includere una o due escursioni in montagna, oltre a concederti un po' di relax o fare surf in una delle pittoresche spiagge del Marocco.


Presto ti svelerò l’itinerario di 14 giorni fai da te che ho pianificato alla scoperta del Marocco.


g. QUANTO COSTA UN VIAGGIO IN MAROCCO


Il Marocco è decisamente uno dei paesi più economici per viaggiare in Africa (e forse in gran parte del mondo).


Sì, ci sono hotel di lusso e campi nel deserto se stai cercando un'esperienza di alto livello, ma questi sono più l’eccezione che la regola. La maggior parte degli alloggi, dei tour e dei ristoranti del Marocco sono tutti convenienti.


Per quanto riguarda volare dall’Italia, con l'arrivo delle compagnie low cost si possono trovare biglietti diretti A/R per meno di 70 €.

Per i viaggiatori più attenti al budget, una camera doppia per due persone in Marocco costa dai 9 € in su, ma per avere un po' più di comodità, troverai camere anche tra i 25 e i 35 €.

Fermandoti lungo la strada per uno spuntino in un ristorante tipico, avrai un pasto completo per meno di 4 , mentre se vuoi una cena romantica in un ristorante di lusso potrai spendere anche fino a 40 € a persona. Per assaporare una cucina buona e autentica, ti basteranno però soli 10 €.


Non è quindi economico come, ad esempio, la Tailandia o il Vietnam, ma è una destinazione da valutare assolutamente anche per chi ha un budget limitato.


 

E così, cari lettori, abbiamo raggiunto la fine di questa avventura virtuale nel mondo dell'organizzazione di un viaggio in Marocco. Spero che abbiate preso nota di tutti i consigli, trucchi e segreti che abbiamo condiviso qui. Ora siete pronti per intraprendere un viaggio verso questo incantevole paese!


Ricordatevi sempre di mantenere un po' di flessibilità nella vostra pianificazione, perché il Marocco è pieno di sorprese meravigliose che aspettano di essere scoperte. Dal sapore del tè alla menta al fascino delle medine, ogni angolo di questa terra è un'opportunità per un'esperienza straordinaria.

E ora, vi invito a condividere con noi le vostre storie, domande o qualsiasi cosa vogliate condividere nei commenti qui sotto. Siamo ansiosi di ascoltare le vostre avventure in Marocco e di essere di aiuto in ogni modo possibile.

Grazie per averci seguito in questa "mini-odissea" di pianificazione di viaggio, e che il vostro prossimo viaggio in Marocco sia pieno di divertimento, scoperte e momenti che lasceranno un sorriso indelebile sui vostri volti!


Alla prossima avventura!





3 visualizzazioni0 commenti
bottom of page