top of page

TAPPA 3: Casablanca, un'Esperienza Multiculturale nella Città più Grande del Marocco

Aggiornamento: 15 dic 2023

Benvenuti nella terza tappa del nostro avventuroso itinerario attraverso il Marocco!


Oggi vi portiamo in un luogo intriso di mistero, storia e fascino: Casablanca.

Situata sulla costa atlantica del Marocco, questa affascinante città è una tappa imperdibile per chi desidera esplorare le diverse sfaccettature di questo paese magico.

Casablanca è molto più di una famosa ambientazione cinematografica; è una città che mescola abilmente tradizione e modernità in un'unica esperienza coinvolgente.


In questo articolo, vi condurremo attraverso le strade affollate e i panorami mozzafiato della città, facendo tappa nei luoghi più iconici e nei segreti nascosti di questa metropoli affacciata sull'oceano.


Pronti a iniziare il nostro viaggio? Venite con me!



GIORNO 4

RABAT-CASABLANCA (87 km, 1h – treno)


La mattina del quarto giorno ci aspetta un viaggio in direzione Casablanca, l’esempio più emblematico del Marocco moderno.

Partiti da Rabat Ville, ci dirigiamo alla stazione di Casa Port dove, con 3 euro e in un’ora di treno, percorriamo gli 87 km che ci separano dalla terza meta, il centro commerciale e industriale del Marocco.


La storia di Casablanca è una cronaca affascinante che abbraccia millenni di cambiamenti culturali e trasformazioni urbanistiche. Questa città costiera del Marocco ha infatti una storia ricca e complessa che riflette l'evoluzione del paese nel corso dei secoli.


Casablanca, in origine conosciuta come "Anfa," ha una storia che affonda le radici nella fondazione fenicia intorno al 500 a.C. Questa antica città divenne in seguito un importante porto romano con il nome di "Anfus." Durante il periodo romano, fu una città prospera e vitale per il commercio nella regione.


Nel VII secolo, i conquistatori arabi arrivarono in Marocco e cambiarono il nome della città in "Casa Branca," (casa bianca, in italiano), probabilmente in riferimento alle case imbiancate a calce tipiche dell'epoca. L'arrivo degli arabi segnò l'inizio della cultura islamica nella regione e l'integrazione dell'area nell'Impero Islamico.


Nel corso dei secoli, Casablanca passò sotto il controllo dei berberi e, in seguito, dei portoghesi nel 1400. Durante il periodo portoghese, la città fu devastata e quasi distrutta.

Nel 1700, Casablanca fu poi inclusa nei piani di espansione coloniale europea.

Un secolo dopo, l'Impero francese iniziò a stabilire la sua influenza sulla città, rendendola parte del protettorato francese. Questo segnò l'inizio di una trasformazione significativa nella città, con l'aggiunta di nuove infrastrutture, strade ed edifici in stile europeo.

Dopo decenni di dominazione coloniale, il Marocco ottenne finalmente l'indipendenza nel 1956. Casablanca, con la sua posizione strategica sulla costa atlantica, divenne un importante centro economico e commerciale del paese e conobbe una rapida crescita industriale e urbanistica.


Oggi, Casablanca è la città più grande e cosmopolita del Marocco. È famosa per la sua architettura affascinante, che spazia da edifici coloniali a moderne opere d'arte architettoniche.

Con la sua miscela affascinante di storia e modernità, offre un'esperienza unica per i visitatori.


Tra le numerose attrazioni che vorrai valutare durante la tua permanenza in città, ecco alcuni luoghi assolutamente da non perdere:


Il PARC DE LA LIGUE ARAB, il più grande parco della città, contornato da palme rigogliose e una serie di fontane.

Noto anche come "Jardin de la Ligue Arabe" in francese, è uno dei parchi più rinomati e suggestivi di Casablanca. Questo parco pubblico è situato nel cuore della città ed è un luogo ideale per una pausa rilassante lontano dall'effervescenza urbana di Casablanca. Ideato da un famoso architetto e paesaggista francese, fu inaugurato nel 1918 durante il periodo del protettorato francese in Marocco. Il design del parco è caratterizzato da ampi viali alberati, fontane, panchine e una varietà di piante e fiori ornamentali. La sua architettura in stile francese ne fa un'oasi di tranquillità con un'atmosfera europea. Il parco è un luogo di incontro per i residenti di Casablanca; è un posto popolare per le passeggiate serali, il jogging, i picnic o per rilassarsi semplicemente sotto l'ombra degli alberi. Il Parc de la Ligue Arabe è anche il luogo in cui vengono organizzati eventi culturali e festival stagionali. Durante alcune festività, è decorato con luci colorate e ospita spettacoli e intrattenimento per i visitatori. Nelle vicinanze troverete diverse opzioni di ristoranti, caffetterie e bancarelle di cibo dove potrete gustare specialità marocchine e internazionali.



Cattedrale del Sacro Cuore, Casablanca, Marocco

La CATTEDRALE DEL SACRO CUORE rimane uno dei monumenti storici più riconoscibili di Casablanca, una stupenda cattedrale bianca costruita negli anni '30 con un’architettura che mescola Art Déco europea e stile marocchino. Purtroppo, la cattedrale non può essere visitata all’interno.

La Cattedrale fu costruita anch’essa durante il periodo del protettorato francese in Marocco, nel 1930, per rispondere alle esigenze della crescente comunità cattolica nella città. Il suo stile architettonico è un mix di influenze neogotiche e neoromaniche, con vetrate colorate e una facciata impressionante.

Dopo l'indipendenza del Marocco gran parte della popolazione europea, inclusi i cattolici, lasciò il paese. La cattedrale fu quindi chiusa come luogo di culto e successivamente trasformata in una biblioteca, conservando gran parte della sua architettura originale. La cattedrale è oggi utilizzata per eventi culturali, mostre d'arte e spettacoli. E’ situata nel quartiere centrale di Casablanca, il che la rende facilmente accessibile a piedi da molte altre attrazioni della città, come la piazza Mohammed V o la Medina. La Cattedrale del Sacro Cuore è un'iconica struttura che offre un'interessante connessione tra la storia coloniale del Marocco e la sua cultura contemporanea.

Ti segnaliamo infine la MOSCHEA DI HASSAN II, la terza moschea più grande al mondo (può ospitare fino a 25.000 fedeli), e la CORNICHE. Questa moschea è uno dei tesori architettonici e religiosi più impressionanti di Casablanca e si affaccia sull’Oceano Atlantico, richiamando un versetto del Corano secondo cui il trono di Dio fu costruito sull’acqua. Il suo minareto alto può essere visto da diverse miglia di distanza. Fortunatamente, questo è uno dei pochi luoghi di culto islamici che è aperto ai visitatori non musulmani. La costruzione della moschea è iniziata nel 1986 e si è protratta per sei anni. Si tratta di un vero capolavoro di architettura e design: combina elementi tradizionali e moderni e presenta dettagli intricati e materiali pregiati. La cupola è decorata con mosaici a mano e il pavimento interno è rivestito di marmo. Un aspetto unico della moschea è la sua porta d'ingresso principale, che è stata progettata per sembrare sommersa nell'acqua durante l'alta marea. Questo simboleggia un passaggio verso l'eternità e crea uno spettacolo visivo straordinario. L'interno della moschea è adornato da enormi tappeti artigianali fatti a mano e da luminari impressionanti. La luce naturale entra attraverso i tetti retrattili, creando un'atmosfera serena e suggestiva.



DOVE DORMIRE A CASABLANCA


Quando si tratta di trovare il luogo perfetto dove alloggiare a Casablanca, ci sono molte opzioni interessanti da considerare. Dalle incantevoli sistemazioni lungo la costa, all'atmosfera vibrante del centro città, Casablanca ha qualcosa per tutti i gusti.


Se ami il fascino del mare, la Corniche è il luogo ideale per te. Questa zona costiera offre una serie di hotel con vista panoramica sull'oceano e accesso diretto alla spiaggia. Immagina di svegliarti con il suono delle onde e di fare una passeggiata serale sulla sabbia dorata. È una scelta sicuramente romantica per le coppie in cerca di relax.


Per chi cerca l'energia pulsante della città, la zona di Maarif è un'ottima scelta. Qui troverai una miriade di hotel di varie categorie, dai boutique hotel alle catene internazionali. È anche una posizione strategica per esplorare i ristoranti, i negozi e la vita notturna di Casablanca. Se ti piace l'idea di essere nel cuore dell'azione, Maarif è la scelta giusta.


Se invece desideri una fuga tranquilla dal trambusto urbano, Dar Bouazza è un piccolo paradiso costiero appena fuori Casablanca. Qui puoi optare per splendide ville o case vacanza sulla spiaggia. È un luogo perfetto per rilassarsi, fare surf o godersi un tranquillo tramonto con un tè alla menta.


Infine, se sei un amante dell'arte e della cultura, considera di soggiornare vicino alla Medina. Questa zona storica offre una selezione di riad ristrutturati che ti faranno immergere nell'atmosfera autentica di Casablanca. Potrai esplorare mercati tradizionali, visitare antiche moschee e scoprire l'arte e la storia locali.


Noi abbiamo scelto di alloggiare all'Hotel Point Du Jour, a 600 metri dal centro.

Tutte le camere sono dotate di bagno privato e un Wi-Fi gratuito utilissimo se, come noi, lo utilizzi molto per lavorare. Le camere sono inoltre dotate di aria condizionata e alcune unità del Point du Jour dispongono anche di un balcone.

L'aeroporto più vicino è l'aeroporto internazionale Mohammed V, a 24 km dalla struttura.



In qualsiasi quartiere tu scelga di alloggiare, Casablanca ti accoglierà sempre a braccia aperte. Ricorda di prenotare in anticipo, soprattutto durante la stagione turistica, per assicurarti il miglior soggiorno possibile nella "Casa Bianca" del Marocco.


I QUARTIERI DA EVITARE PER UN VIAGGIO SICURO E SERENO


E ora veniamo alla parte un po' più critica: come in tutte le grandi città, anche qui è importante essere consapevoli dei quartieri che potrebbero essere meno adatti ai turisti. Ecco alcune informazioni da tenere a mente senza dimenticare che con una buona dose di attenzione e consapevolezza puoi sempre goderti una città in sicurezza.


Il primo quartiere che ti consigliamo di evitare è Derb Sultan. Questa zona è nota per la sua densità abitativa e può risultare un po' caotica per i visitatori non abituati. Inoltre, potrebbe non offrire molte attrazioni turistiche.


Un altro quartiere da (non) prendere in considerazione è Hay Mohammadi. Anche se ha un suo fascino autentico, potrebbe non essere il posto ideale per i turisti, poiché è meno frequentato e potresti attrarre un'attenzione indesiderata.


Infine, Sidi Moumen è un altro quartiere da sorvolare. È stato costruito in modo molto veloce e non offre molte strutture turistiche. È meglio concentrarsi su quartieri più centrali e turistici per un'esperienza più piacevole a Casablanca.


 

Spero che questo articolo abbia dipinto in maniera sufficientemente fedele la meraviglia e l'essenza di Casablanca, ma la nostra avventura non si ferma qui.

La prossima tappa del nostro viaggio ci porterà in luoghi ancora più affascinanti, alla scoperta di città antiche, paesaggi mozzafiato e tradizioni millenarie. Quindi, vi invito a rimanere con noi e a seguirci in questo emozionante viaggio attraverso il Marocco.


Alla prossima avventura!





Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page